Alzheimer

La nostra Struttura si è specializzata per accogliere persone che necessitano di un servizio residenziale e semiresidenziale, a rilievo sanitario per malati affetti da decadimento mentale e con disturbi comportamentali caratterizzanti la malattia di Alzheimer.

Giardino attrezzato (3)

MARS (nucleo residenziale temporaneo) al II° piano ala sud.

In questo Nucleo particolare attenzione è dedicata alle gestione dei disturbi del comportamento, attraverso la relazione, l’organizzazione ambientale e l’uso di strumenti adeguati quali:

  • Stanza Bianca: ambiente terapeutico attrezzato in modo da dare risposte stimolanti o rilassanti a seconda delle esigenze;
  • Soft Corner (“Angolo morbido”): strumento simile ad una piccola piscina imbottita per il riposo ed il rilassamento;
  • letto Alzheimer: questo letto, particolarmente basso, riduce il rischio di cadute e, proprio per ciò, può essere utilizzato senza spondine che possono creare un’idea di costrizione;
  • divano letto matrimoniale: è di aiuto per le persone che, a seguito di un personale vissuto, non riconoscono il letto singolo come “luogo deputato al sonno”.

La temporaneità è legata allo svilupparsi di disturbi del comportamento e alla conseguente necessità di un ambiente protesico.Nucleo Residenziale Alzheimer - macchina per cucire d'epoca

Centro Diurno Alzheimer semi-residenziale al piano terra: “Mombarone”

Il Centro è aperto dal lunedì al venerdì dalle ore 8,00 alle ore 16,30; rimane chiuso il sabato, i giorni festivi, nel periodo Natalizio e nel mese di Agosto. Tutta la giornata è caratterizzata da una continua relazione ospite-operatore ed è scandita da un orario che non ha le caratteristiche rigide dell’Ospedale o della Casa di Riposo. Per ogni ospite è elaborato un progetto personalizzato che, tenendo conto del suo passato, tende a mantenerlo orientato nel presente.

cda - sala pranzo
Centro Diurno Alzheimer – sala pranzo

L’équipe del Centro Diurno cerca di essere fedele il più possibile al principio del rispetto dell’autodeterminazione dell’ospite; anche per questo le attività svolte nel reparto sono soprattutto informali, cioè stabilite di giorno in giorno con gli ospiti stessi, fidandosi delle loro capacità decisionali residue, e quindi di quella tendenza alla vita e al benessere propria di ogni essere umano. Infine balzerà evidente come al centro del servizio offerto agli ospiti ci sia l’ “essere con l’operatore”.

Progetti di Settore

Progetto Ortoterapia (2011-2012)
djklfajdaklfjdsaklfjsadlòkfjsdaklfjdasklfjsda
scarica l’articolo pubblicato sulla Rivista Servizi Sociali Oggi.