Presentazione del libro “Ricordi in Cucina”

 

Venerdì 28 Marzo 2014, 10.30 di mattina.

Il Polivalente di Occhieppo Inferiore si riempie man mano di voci di bambini.
Più di duecento alunni delle scuole elementari del paese, seduti sulle sedie, aspettano i “nonni” del Cerino.
Arrivano i pullmini della casa di riposo e gli ospiti, accompagnati dall’animatore e dai volontari, prendono posto nel salone, davanti al palco: sono loro i protagonisti.
L’occasione che ha riunito due generazioni così distanti cronologicamente è la presentazione del libro “Ricordi in cucina”: un piccolo gioiello nato dalla collaborazione tra l’Opera Pia Cerino Zegna e le scuole elementari di Occhieppo. Nelle pagine della pubblicazione sono raccolte le ricette con cui gli anziani hanno allietato per anni le papille di figli e nipoti, illustrate dalle coloratissime e spontanee immagini dei piccoli lettori.
Sul palco allestito per l’occasione, mentre sullo sfondo sfilano le proiezioni dei disegni degli artisti in erba, si avvicendano gli oratori, che portano brillantemente a termine il difficile compito di mantenere alta l’attenzione della giovane folla. Inizia Fiorella Rossi che reca i saluti dell’amministrazione comunale, a cui si deve il finanziamento del progetto. Segue Enrica Rauso, membro del Consiglio di Amministrazione del Cerino Zegna, che invita il pubblico a replicare l’esperienza del libro, andando ad intervistare i propri nonni per raccogliere ricette prelibate. Poi Enrico Maron Pot, animatore della casa di riposo, entra nel vivo presentando la genesi e lo svolgimento del progetto – nato da un’idea avuta in comune con la sua collega delle case di riposo di Valperga. Infine Anna Pavignano, maestra delle scuole elementari del paese, racconta l’entusiasmo dei suoi studenti nell’aderire all’iniziativa.
La bella mattinata si conclude con un fragoroso applauso dedicato agli anziani “chef”, che hanno sfidato la frizzante aria marzolina per presenziare all’evento.

Alcune copie del libro sono in vendita presso la reception dell’Opera Pia Cerino Zegna.